CI-2017-11-03

CAMMINARE INSIEME

Notiziario n. 3 - Novembre 2017

Direttore responsabile: Mario Censabella

 

 

SOM-MARIO

ABBAIARE ALLA LUNA

  1. 59^ Giornata Nazionale del Cieco – Santa Lucia Sabato 16 Dicembre
  2. Quota Sociale UICI 2018
  3. Quota Sociale Circolo Paolo Bentivoglio 2018
  4. Abbonamenti 2018
  5. Penna e Calamario – Spigolature
  6. Echi di vita associativa non troppo lontani
  7. Iniziative Natalizie
  8. Ricordiamoli
  9. Notizie Utili:
    - Offerta servizi socio sanitari a domicilio

CODA DI ROSPO

 

 

ABBAIARE ALLA LUNA

Un’insegna che ha una storia - Un negozio, “Rossignoli”, vende biciclette e ogni sorta di articoli relativi a quella attività.
Penso che l’insegna di quell’antico e ricco negozio che sviluppa la sua attività a Milano in Corso Garibaldi scaturisca dai discendenti di Giovanni Rossignoli, un corridore, ciclista che nei primi anni del ‘900 ha fatto parlare di sé, le sue origini erano pavesi.
Negli anni ‘80 mi è venuta la “debolezza” di comprarmi un tandem; con un po’ di fatica ho persuaso Nara e così il fatto è avvenuto.
Io avevo poca pratica di tandem, Nara nessuna, ho chiesto al Presidente dell’Istituto dei Ciechi di poter ospitare la bicicletta nei giardini di via Vivaio, e così è nata la mia carriera …. tandemistica, con guai, cadute, ammaccature, tanto da dissuadere Nara a proseguire l’esperienza.
Nara si buttava giù dal tandem ad ogni sosta, immaginate con quale mio disagio. Nara è piuttosto piccolina…
Poi quel tandem è stato utilizzato per partecipare al primo raid ciclistico organizzato dall’Unione Italiana dei Ciechi ai tempi di Tommaso Daniele, quella prima esperienza si è svolta in Emilia, gli aneddoti non si contano…
Il mio driver era Carmelo Pezzino un simpatico puro sangue che allora era il segretario del nostro consiglio regionale.
Nara è stata autorizzata a seguire la carovana con la nostra auto che portava una grande bandiera italiana con le insegne della nostra sezione.
Io allora ne ero il Presidente, a mie spese avevo voluto caratterizzare il tandem con un nome che nel ciclismo dei primordi aveva avuto una storia di imprese sportive conclusasi con una tragedia poiché Bottecchia è stato ucciso proditoriamente pare per questioni politiche.
Un giorno la nostra auto ha avuto un guasto, la polizia stradale ha scortato Nara sia all’andata che al ritorno per le necessarie riparazioni. Guidava la carovana un certo Filippo Dragotto un vero signore, recentemente scomparso, ha diretto con maestria e autorità tutta l’organizzazione.
Io per nulla sportivo ero sempre l’ultimo, il mio numero era divenuto proverbiale il “trentuno” che spesso le comunicazioni della polizia stradale citavano perché si rallentasse in testa per non distaccare troppo il solito trentuno.
I pannoloni che solitamente proteggevano pudicamente gli anziani a me sono serviti con grande scandalo di Pezzino a proteggermi le terga non avvezze a sfruttamenti sportivi.
Ci siamo anche molto divertiti. Chi ha partecipato a quella esperienza non dimenticherà quei giorni, avevamo anche il poeta che ogni giorno scherzosamente con un sagace humor commentava i fatti e le gesta.
Erano recenti gli echi di Fausto Coppi e della dama bianca, così ho invitato Nara a essere per la circostanza vestita di bianco, così è avvenuto, il giorno in cui Franca, la moglie di Tommaso Daniele è apparsa di bianco vestita, Nara si è un poco rammaricata, pure per il fatto che Franca conosceva la storia.
Nei giorni successivi all’esperienza romagnola forti di una certa praticità acquisita giravamo per Milano con il nostro velocipede; è capitato che in una manovra azzardata finissimo contro un’auto, così l’esperienza è cessata e il tandem è stato venduto.
Erano giorni felici, si rideva, si mangiava e beveva del buon vino. Storici rimarranno nelle mie memorie i dissensi di Pezzino: ogni volta che si concludeva la tappa io mi estraevo impudicamente dai pantaloni la mia protezione … “pannolesca”.
Carmelo Pezzino protestava vibratamente per quell’atteggiamento per lui amorale e sfacciato.
Ora i Raid ciclistici organizzati dall’Unione non sono più come un tempo, non vi è più Filippo Dragotto, non vi sono più gli amici di allora, non vi è più il poeta che scanzonatamente ogni giorno faceva con le sue rime corollario alle nostre imprese.

vai al SOM-MARIO

 

1) 59^ GIORNATA NAZIONALE DEL CIECO SABATO 16 DICEMBRE 2017

Rinnovando l’antica tradizione, anche quest’anno festeggeremo la Giornata Nazionale del Cieco – Santa Lucia, presso la Sala Barozzi dell’Istituto dei Ciechi di Milano Via Vivaio, 7.
Dalle ore 10 alle ore 12.30 la manifestazione si articolerà tra interventi istituzionali, consegne di riconoscimenti e di benemerenze, sia da parte dell’Unione sia dell’Istituto con momenti di piacevole spettacolo.
Ore 12.30 pranzo sociale organizzato presso i locali dell’Istituto. A seguire presso il Salone Barozzi concerto “Natale in Jazz” con la partecipazione di Enrico Intra e Silvia Zaru. Nell’intervallo tra il 1° e il 2° tempo del Concerto estrazione di 10 premi della lotteria.
La quota pro capite per la partecipazione al pranzo è di euro 25 e darà diritto a 3 biglietti della lotteria in omaggio.
Ulteriori biglietti si potranno acquistare al costo di 1 euro.
Per parteciparvi occorre prenotarsi preferibilmente da subito, versando la quota relativa entro giovedì 14 dicembre.
L’organizzazione come sempre ha precise regole alle quali occorre attenersi affinché tutto possa scorrere al meglio.
Le quote di partecipazione sono politiche, anche per questa ragione non potranno essere restituite a coloro che saranno assenti a qualsiasi titolo. Siamo certi che interverrete numerosi per accogliere insieme, le massime autorità della nostra associazione, personalità del mondo politico e sociale della nostra città.

vai al SOM-MARIO

 

2) QUOTA SOCIALE UICI 2018

La quota di appartenenza all’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti rimane invariata anche per il 2018, euro 49,58, invitiamo tutti i nostri soci a rinnovare la quota per il tesseramento per l’anno 2018 ed eventualmente per gli anni precedenti. Ricordiamo che i soci possono sempre avvalersi della possibilità di pagare la quota sociale attraverso i ratei di pensione e/o di indennità di accompagnamento.
L’adesione all’Unione è un impegno morale e sociale che ciascuno deve sentire nei confronti della propria Associazione.
Grazie all’impegno dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti si sono ottenuti e mantenuti tutti i benefici attualmente fruibili dai disabili visivi.
L’Unione ha il diritto, legge 1047/1947 di rappresentare e tutelare i disabili visivi.
Anche chi non chiede nulla sappia che ogni giorno chi non vede gode comunque di benefici conquistati dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti in tutti i suoi lunghi anni di vita. Tutti insieme unitariamente siamo una forza e una realtà non facilmente domabile.
Chiunque volesse manifestare direttamente gratitudine a questa Sezione, può offrire un proprio libero contributo.
L’iscrizione all’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti dà diritto a ricevere, per quanto attiene i nostri associati, sezione UICI di Milano, il periodico Camminare Insieme, organo ufficiale della Sezione, nelle sue diverse versioni, oltre al periodico Corriere dei Ciechi, edito dalla nostra Sede centrale.
Oggi più che mai è importante essere numerosi, il Governo, lo Stato, hanno necessità di risparmiare, se non fossimo coalizzati e numericamente importanti rischieremmo di perdere anche i diritti acquisiti.
La nostra sezione grazie alla convenzione ANMIL è in grado di poter efficacemente assistere tutti i minorati della vista per le pratiche sia assistenziali, previdenziali e fiscali senza escludere attenzione nei confronti di familiari e amici.

vai al SOM-MARIO

 

3) QUOTA SOCIALE CIRCOLO PAOLO BENTIVOGLIO 2018

Il rinnovo della quota per l’anno 2018 è di euro 25,00, può essere effettuato sia presso gli uffici sezionali sia direttamente presso la sede del Circolo.

Anche in questa circostanza ciascuno può offrire liberalità a favore delle attività del Circolo.

vai al SOM-MARIO

 

4) ABBONAMENTI 2018 UICI MILANO

Riviste e periodici editi dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Milano – Direttore responsabile Mario Censabella

Ora Serena:

Pagg. 52 - 11 numeri

Euro 25,00
Voce Amica:

Pagg. 64 - 11 numeri

Euro 26,00
Calendario
Euro 10,00
Camminare Insieme nelle seguenti versioni:
  • mp3               euro 5  
  • CD Testo        euro 5,50
  • Braille            euro 5,50

I versamenti relativi all’acquisizione dei periodici debbono essere effettuati presso la nostra segreteria negli orari consueti o utilizzando il c/c postale N.57073207 intestato a: Unione Italiana Ciechi - Periodici e Pubblicazioni varie - Via Mozart 16 - 20122 Milano, segnalando chiaramente la causale, nome, cognome e indirizzo.
Tutti coloro che faranno pervenire tempestivamente le loro quote, in maniera che gli accreditamenti avvengano entro il 31 dicembre 2017, riceveranno tutti i numeri dei periodici, diversamente avranno il periodico dal mese successivo all’accredito ricevuto. Non si forniscono numeri arretrati.

Testate edite in diversi formati dalla Sede Centrale UICI - Abbonamenti 2018 - Direttore responsabile Mario Barbuto

    • Il Corriere dei Ciechi

Mensile, organo ufficiale, disponibile in caratteri tipografici e a caratteri ingranditi per ipovedenti, su cd mp3 e txt, tratta argomenti a carattere associativo, di attualità e di approfondimento oltre ad ospitare rubriche specialistiche, E. 7,75 (gratuito per i soci)

    • Corriere Braille

settimanale, organo ufficiale, disponibile in braille e su cd txt, tratta argomenti a carattere associativo, legislativo e di servizio, E. 7,75 (gratuito per i dirigenti sezionali)

    • Kaleîdos

Quindicinale, disponibile in braille, su cd mp3 e txt, gratuito a chi ne fa richiesta. Tratta argomenti di cultura generale inerenti il mondo femminile.

    • I Quaderni di Kaleîdos

Semestrale, su cd mp3 e txt, supplemento a Kaleîdos, piccole monografie inerenti le pari opportunità, gratuito.

    • Il Progresso

Quindicinale, disponibile in braille e su cd txt, tratta argomenti di cultura generale (politica, letteratura, medicina, scienze, ecc.), E. 10,33.

    • Gennariello

Mensile, disponibile in caratteri tipografici ingranditi per ipovedenti, braille e su cd txt, gratuito per i ragazzi che frequentano la scuola elementare e media inferiore, tratta argomenti per ragazzi (favole, giochi, racconti vari), E. 7,75 per gli adulti

    • Voce Nostra

Quindicinale, disponibile in caratteri tipografici, braille e su cd txt, tratta argomenti di attualità, rubriche di medicina, cucina, ecc., E. 7,75 (gratuito per i sordo-ciechi)

 

Testate disponibili nel solo formato sonoro (MP3):

    • Il Portavoce

Mensile, su cd mp3, tratta argomenti a carattere associativo, E. 15,50

    • Sonorama

Mensile, su cd mp3, tratta argomenti di cultura generale ed enogastronomia, E. 15,50

    • Pub

Mensile su cd mp3, tratta argomenti di attualità e di costume rivolgendosi prevalentemente ai più giovani, E. 2,60

    • Il Fisioterapista in Europa

Quadrimestrale su cd mp3, tratta argomenti inerenti la massofisioterapia, E. 15,50

    • Senior

Mensile, su cd mp3, tratta argomenti relativi al mondo degli anziani, gratuito

    • Libro Parlato Novità

Mensile di aggiornamento al Catalogo del Libro Parlato, su cd mp3, gratuito. La rivista è consultabile nel sito Internet dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - Onlus all’indirizzo http://www.uiciechi.it/servizi/lp/numeri_lpnovita.asp

    • Uiciechi.it

Quindicinale, su cd mp3, tratta argomenti di informatica, gratuito

    • Slash Magazine

Bimestrale, su cd mp3, gratuito. Strumento di informazione e comunicazione, ma anche di svago e divertimento per tutti gli interessati e gli amanti delle radio e, in particolare, di Slash Radio Web, la radio ufficiale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti.

 

Cd trasmissioni online

Si possono richiedere gratuitamente, tramite e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonicamente al numero 06 699 88 376, i cd in formato mp3 con la registrazione delle trasmissioni di Slash Radio.

 

Il versamento dovrà essere effettuato sul c.c. postale n. 279018 intestato a: Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - Onlus, Ufficio Stampa, via Borgognona 38, 00187 Roma.
Tutte le riviste, ad eccezione di quelle in formato mp3, sono consultabili sul sito Internet dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus all'indirizzo:
http://www.uiciechi.it/servizi/riviste/main_riv.asp

 

Offerte abbonamenti stampa associativa

Il Portavoce più Pub euro 15,50 (anziché euro 18,10)
Il Progresso più Sonorama euro 20,00 (anziché euro 25,83)

 

Testate edite dalla Biblioteca Italiana per i Ciechi «Regina Margherita» ONLUS - Direttore responsabile Pietro Piscitelli

    • Tiflologia per l'integrazione

Trimestrale, disponibile in caratteri tipografici, braille e su cd mp3, tratta argomenti di pedagogia e didattica per l'educazione dei minorati della vista, c. c. p.00853200, intestato a Biblioteca Italiana per i Ciechi «Regina Margherita» Onlus, via Giuseppe Ferrari 5-a, 20052 Monza, E. 15,00

 

Gratuite, su richiesta:

    • Minimondo

Mensile, contenente articoli di argomento vario;

    • L’Angolo di Breuss

Mensile, dedicato ai passatempi e ai giochi enigmistici;

    • Parliamo di…

Mensile a impostazione cultura generale;

    • Giorno per giorno

Mensile, con informazioni relative ad appuntamenti e calendari di eventi importanti;

    • Suoni

Bimestrale, che presenta testi e spartiti di brani famosi di musica leggera;

    • Infolibri

Quindicinale, contenente le recensioni delle ultime opere trascritte dalla Biblioteca.

Per ottenere i suddetti periodici occorre inviare richiesta scritta, che potrà essere inoltrata via posta tradizionale (anche in Braille) presso la Biblioteca Italiana per i Ciechi Regina Margherita, Casella Postale 285, 20900 Monza (MB)
Oppure via fax, al numero 039/833 264 via e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Testate edite dalla Sezione Italiana dell'Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità

    • Rivista di Oftalmologia Sociale

Direttore responsabile: Giuseppe Castronovo
Trimestrale, disponibile in caratteri tipografici, braille e su cd mp3, c.c.p. 24059008, intestato a Sezione Italiana dell'Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità, via Umberto Biancamano, 25 - 00185 Roma, euro 16,00 contributo ordinario; euro 26,00 contributo sostenitore; euro 52,00 contributo benemerito. Tratta argomenti inerenti l'oculistica.

 

Testate edite dall’Unione Italiana Ciechi di Chieti:

    • Audiopress

Rivista mensile di informazione tratta le problematiche dei ciechi, viene inviata in contenitori che devono essere restituiti insieme alle cassette.
Le quote di abbonamento ad Audiopress per il 2018: ordinario euro 20,00 sostenitori da euro 50,00.

I versamenti dovranno essere effettuati entro il 31 dicembre 2017 sul c/c postale N.12294666 intestato a: U.I.C. Via Valignani 33 - 66100 Chieti con la causale: Abbonamento.

vai al SOM-MARIO

 

5) PENNA E CALAMARIO

Era il 14 settembre, una bella giornata, il sole aveva un calore quasi estivo, camminavo nel giardino di Via Mozart dell’Istituto dei Ciechi, come al solito, ghiaia, erba, ciottoli, in un clima di serenità e pace.
Ero stato ospitato dal Commissario dell’Istituto e Presidente dell’Unione Rodolfo Masto a pranzare alla mensa dell’Istituto con dei piatti non davvero male. Nella mattinata mi ero recato all’Unione per risolvere alcune incombenze associative.
Camminavo e pensavo al passato, i ricordi e gli echi di tanti anni mi sobbalzavano nella memoria, le realtà di queste due istituzioni mi erano presenti nella loro indispensabilità: senza di loro non saremmo stati quanto siamo ora: non avremmo avuto né un passato né un presente degni di nota, non avremmo avuto istruzione, cultura, avvenire, lavoro, pensionabilità, sicurezza sociale: allora, mi è venuto spontaneo lanciare uno slogan … mamma Unione e papà Istituto e noi che figli siamo con… simili genitori non avremmo mai a smarrirci.

vai al SOM-MARIO

 

6) ECHI DI VITA ASSOCIATIVA NON TROPPO LONTANI

In questi giorni si celebrano i primi 25 anni dell’iniziativa “Puliamo il Mondo” che ha permesso a tutti i cittadini di buona volontà di offrire il proprio contributo affinché tutto quanto ci è intorno possa essere più accogliente.
Senza disquisire sulla bontà dell’evento, meritevole di gran nota, sono ora a raccontare che l’Unione di Milano ha tentato subito di rendersi utile. Non è stato facile superare alcuni preconcetti e rappresentatività per la nostra proposta di collaborazione diretta, ma poi…
Siamo stati dotati dalle autorità preposte di tutti gli strumenti necessari: ramazza, pala, mascherine, guanti e cappellino, maglietta arancione e un sacco per ogni equipaggio, dove raccogliere i vari rifiuti; ogni gruppo aveva a disposizione un’ora di tempo per svolgere il proprio compito.
L’iniziativa dell’Unione di Milano era ben visibile per i contrassegni identificativi che le varie squadre possedevano; i nominativi non apparivano per evidenti ragioni di discrezione e perché ciascun nominativo non fosse legato per sempre alla …“monnezza”.
I passanti guardavano con curiosità, sorridevano, altri scuotevano la testa increduli. Raccoglievamo di tutto, escrementi, animali, carta, stracci, residui di sigarette e altro ancora. Eravamo davvero soddisfatti di offrire un esempio di solidarietà sociale.
L’idea poi, un poco alla volta come in altre circostanze è andata esaurendosi, perché gli equipaggi sono andati disgregandosi nella loro partecipazione. Ai volontari e a tutti coloro che hanno partecipato, comprese le nostre impiegate, è rimasta la soddisfazione di aver offerto alla società un contributo per il miglioramento delle condizioni di vita di tutti.
Ormai molti anni sono trascorsi ho voluto ricordare a chi non avesse saputo di questa nostra impresa scrivendo ancora una volta grazie a tutti coloro che hanno offerto il proprio contributo volontario con entusiasmo e spontaneità.

vai al SOM-MARIO

 

7) INIZIATIVE NATALIZIE

Anche quest’anno la Sezione Provinciale di Milano, promuove la vendita di cioccolato italiano in quattro diverse varietà: fondente extra - finissimo al latte - finissimo al latte con nocciole e bianco. Con un contributo di 8 euro si potrà acquistare una confezione contenente 4 diverse tavolette facendone dono a familiari e amici. I proventi saranno impiegati per la realizzazione di iniziative volte alla prevenzione della cecità e alla riabilitazione visiva.
Altre iniziative natalizie che saranno organizzate, verranno diffuse di volta in volta attraverso i comunicati settimanali della segreteria telefonica.

vai al SOM-MARIO

 

8) RICORDIAMOLI da Luglio a Ottobre 2017

Emilia Bozzardi - Ezio Raimondi

vai al SOM-MARIO

 

9) NOTIZIE UTILI

La nostra segreteria telefonica 02/783000, digitando il numero 9, diffonde informazioni relative a iniziative locali e
nazionali. Presso il nostro sito www.uicmi.it si possono ottenere informazioni più dettagliate circa tutte le iniziative che l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ha in atto.

Informiamo inoltre che chiunque volesse ricevere settimanalmente i comunicati informativi della nostra sezione potrà iscriversi alla newsletter inviando una richiesta per e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tutte le attività del Gruppo Sportivo non vedenti Onlus Milano possono essere seguite e conosciute collegandosi al sito www.gsdnonvedentimilano.org
twitter (@gsdnvmilano) telefono: 02 76 00 48 39.

  • Offerta servizi socio sanitari a domicilio

L’Istituto dei Ciechi di Milano presso la propria RSA, Casa di Riposo, Via Vivaio, 7 telefoni 02/77 22 62 86 - 02/77 22 62 71, ha istituito un servizio di assistenza anche a domicilio inteso a offrire ai non vedenti e loro familiari diverse possibilità di utilizzo, prestazioni assistenziali, sanitarie, riabilitative e di animazione, infermieristiche fisioterapiche e altro ancora.
Per fruirne, occorre essere in possesso di prescrizione medica da presentarsi presso la ASL di competenza, i pazienti hanno, secondo i casi, la possibilità di spendere vaucher che vanno da 350 a 700 euro per un massimo di tre mesi, comunque rinnovabili.

vai al SOM-MARIO

 

CODA DI ROSPO

In un tempo non particolarmente lontano, erano gli anni '70, l'UICI di Milano, è stata la prima in Italia, ad avere una casa vacanze a Forte dei Marmi, Villa Ester; un illuminato presidente di allora, il Maestro Dario Formigoni, aveva pensato di realizzare questo progetto. La località della Versilia era affascinante, bella gente, carrozzelle con i cavalli, i locali intorno al porto con fascino e attrazione.
Villa Ester era una costruzione modesta, con giardino e possibilità di mangiare all'aperto; l'abitabilità era stata sfruttata al massimo: una stanza lunga e stretta era stata sistemata in maniera che i due letti fossero sistemati uno susseguente all'altro sulla medesima parete: noi la chiamavamo il tandem.
La durata di questa iniziativa, due o tre anni, non ricordo bene, poi era accaduto che in una nostra assemblea, constatato che il bilancio di quella iniziativa aveva avuto un disavanzo di 47 mila lire i nostri soci di allora evidentemente... illuminati, non considerando la positività anche assistenziale di quell'iniziativa, hanno deliberato che Villa Ester dovesse chiudersi.
Era di quegli anni un'altra alzata... d'ingegno dei non vedenti, questa volta a livello nazionale; nel corso di un congresso: era stato istituito l'Istituto Autonomo Case Popolari per Ciechi per supplire alla carenza di assegnazione di alloggi popolari ai non vedenti.
Nel contesto di quel congresso nazionale, non vedenti evidentemente ...lungimiranti, hanno deliberato che l'iniziativa dovesse concludersi in quanto i "ciechi" non volevano essere rinchiusi in ghetti. A Milano gli insediamenti abitativi di Via Cardinal Mezzofanti e di Via Cascina Bianca, sono stati realizzati con il contributo della … defunta Istituzione.
"Villa Ester": quanti ricordi, anche ameni. Io allora possedevo un cane guida, un lupo tedesco nato e addestrato in Germania. Nel giardino di quella casa era stato appeso un coniglio appena scuoiato quasi subito scomparso misteriosamente. Una notte era stato scoperto il mio cane che dissotterrava la sua ...preda.
Ora quei tempi sono particolarmente lontani ma non tanto da essere cancellati dall'oblio; esistono ancora le immagini come se le avessi veramente viste, così come i profumi, gli aromi, compresi i suoni rochi delle sirene dei tanti …navigli che vicini e lontani transitavano.
Un giorno, per gioco, io in sembianze di frate avrei dovuto confessare tutti i miei peccati, soprattutto quelli mortali; tutti a ridere fingevano di pregare per l'anima mia che era ancora in me.

Mario Censabella

vai al SOM-MARIO

 


Note dopo la realizzazione WEB

Originale inviato alle stampe il 6 Novembre 2017
Differenze dall'originale: dimensione del carattere, impaginazione, allineamento, indicizzazione, titoli, tabelle dati.
Realizzazione WEB a cura dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Milano ONLUS - ultima modifica 24/01/2018 alle 15:55

CI 2017-07-02

CAMMINARE INSIEME

Notiziario n. 2 - Luglio 2017

Direttore responsabile: Mario Censabella

 

E’ parte integrante del presente numero: la Convocazione della seconda assemblea, la Relazione programmatica sull’attività per l’anno 2018 e lo schema di sintesi del Bilancio preventivo dell’esercizio 2018 così come prevedono le norme statutarie e regolamentari della nostra Associazione.

 

SOM-MARIO

ABBAIARE ALLA LUNA

Lettera al Direttore

1) Penna e Calamario

a. Spigolature

b. Questa volta vi intrattengo a discorrere di meneghinità -

b.2. “Adii – L’aggiustatutto che dispensava sorrisi” di Franco Manzoni

c. Nate ieri - Oggi, come allora

2) Ricordiamoli

3) Notizie Utili

1. Chiusura Uffici

2. Avviso ai non vedenti

3. Concorso di idee per la creazione del nuovo marchio/logotipo associativo

4. Offerta servizi socio sanitari a domicilio

5. Assistenza Informatica a domicilio

6. Una “divertente” notizia sul fronte dell'accessibilità!

CODA DI ROSPO

 

 

ABBAIARE ALLA LUNA

Intorno alle esigenze delle necessità dei non vedenti si sono sempre avvicendate persone, scriverei uomini e donne di buona volontà che hanno offerto il meglio di se stessi per dare contributi positivi alle necessità, alle esigenze di chi non vede. Qualcuno è passato alla storia e rimasto intangibile nel cuore dei non vedenti che ne hanno avuto beneficio.
Un tempo non esisteva il servizio civile che oggi, con molte difficoltà, è disponibile a collaborare a che i non vedenti abbiano soddisfatte molte delle loro esigenze.
Il premio Cebro - Caciagli - Dal Fabbro è stato istituito e suggerito perché la storia non avesse mai a perdersi.
Se un giorno non sarò più, vorrei che “l’amore” per certe dedizioni rimanesse sempre a ricordare: rimarrà sempre il mito che sarà la stella polare delle nostre vite.

 

Lettera al Direttore

Milano, 28 giugno 2017
Caro Direttore,
rinnovando la tradizione che vede i lettori affezionati scrivere al Direttore del giornale o del periodico preferito con i quali si sono consolidati nel tempo sentimenti di amicizia e condivisioni etiche, ti invio queste poche righe recuperando la frase di un mio vecchio adagio “con le parole più semplici che vengono dal cuore”.
Animato da questo spirito, fra il serio e il faceto, voglio farti giungere l’apprezzamento di tutti i tuoi lettori per i quali io “indegnamente” scrivo per farti sentire tutta la loro considerazione in un momento per te molto delicato, quando la tua salute ha deciso di fare le bizze.
Quale modo migliore per farti sorridere un po’ se non quello di giocare con il titolo delle tue seguitissime rubriche “Abbaiare alla luna” e “Coda di rospo”. Un famoso quadro di Mirò rappresenta un cane che abbaia alla luna, stizzito e disturbato dalla sua luce, quasi a volerla cacciare con il suo ululato. Per quanto ti conosco non penso tu abbia mai voluto cacciare la luna, piuttosto ritengo sia più verosimile che tu abbia attribuito alla luna quel fascino misterioso e magico che da sempre la circonda e tu, formidabile interprete, hai sempre sospinto i sogni più complessi dei ciechi nei luoghi impossibili dove però essi possano avverarsi.
Più difficile mi è stato trovare dei riscontri filosofici con la “Coda di rospo” dove la ricerca mi ha sempre portato verso il ricettario di cucina. Poi però, mi sono fatto ispirare dal senso delle fiabe della mia fanciullezza quando, nella storia, il bacio della principessa trasforma il rospo in principe. Qui il mio pensiero ed il mio cuore sono andati alla tua preziosa Nara, àncora sicura degli anni più belli della tua vita. Vanitoso come sei penso che il bacio, (l’affetto) di Nara non ti ha fatto diventare più bello – lo sei già – ma ha dato alla tua vita un senso prezioso e nuovo.
Ora, caro amico mio, dopo un giusto periodo di convalescenza, rimettiti a lavorare perché le tue simpatiche rubriche rivendicano il proprio redattore.

Rodolfo Masto

 

vai al SOM-MARIO

 

1) PENNA E CALAMARIO

 

a. Spigolature

Vi è stato un periodo nel quale i non vedenti avevano difficoltà a votare nel corso delle consultazioni elettorali: non tutti gli addetti ai seggi erano aggiornati circa le modalità con le quali i ciechi potessero essere ammessi al voto. La nostra Sezione aveva organizzato un numero telefonico di pronto intervento nel caso fosse capitato che il presidente di seggio non volesse ammettere al voto il non vedente. Uno dei fatti: una non vedente era accompagnata da un sacerdote, ne ero stato informato al seggio, quasi ci si accapigliava, io sono intervenuto quale presidente dell’Unione Italiana Ciechi di Milano, poi una mia telefonata in Prefettura ha fatto presente al presidente di quel seggio che il sacerdote era un accompagnatore come tutti. L’Unione Italiana Ciechi della Toscana, aveva organizzato una gita in pullman che ci avrebbe, fra l’altro, fatto visitare una località che vantava una famosa spècola particolarmente interessante. Io e altri non vedenti non particolarmente interessati a quella visita siamo rimasti sul pullman. Quando sul pullman erano risaliti quasi tutti i gitanti ho udito un chiacchiericcio intorno a me di una coppia giovane che commentava: …per far vedere le stelle a “quelli” bisognerebbe prenderli a … pedate nel …
Quella affermazione, mi ha fatto un po’ male, comunque non valeva la pena che avesse un seguito. La società va considerata, apprezzata e giudicata per quello che è…

b. Questa volta vi intrattengo a discorrere di meneghinità

Ho appreso dalla stampa che è recentemente scomparso un uomo, che sapeva riparare di tutto.
La sua storia è analoga a quella di tanti: origini meridionali e poi a Milano, la scelta della strada giusta.
Propongo una notizia tratta dalla stampa; sono certo che non pochi di “noi” hanno fruito della sua bravura: sapeva riparare tutto! Posseggo un ventilatore con i “carboncini” ancora attivo grazie alle sue capacità.

“Addii - L’aggiusta tutto che dispensava sorrisi” - di Franco Manzoni - Tratto dal Corriere della Sera del 30 aprile 2017

Umile, generoso, ironico, tenacemente attaccato alla propria famiglia, un gran lavoratore dalle mani d’oro che per mezzo secolo fece “l’aggiusta tutto”, personaggio mitico della zona Brera-Garibaldi. Nato a Foggia il 14 febbraio 1949, Salvatore Consalvo a sei mesi venne a Milano, dove il papà faceva il venditore ambulante di palloni ai giardini di porta Venezia.

Si sposò nel 1970 con Gerardina Stanzione. Nacquero i figli Antonietta, Graziella e Domenico e quattro adorati nipoti. Idraulico, elettricista, imbianchino, Salvatore aveva “il suo ufficio” presso Alfonso Mallardo, amico di sempre e titolare del negozio - “Le tre regioni: latte formaggi e salumi” di via Palermo 16. Lì Salvatore attendeva la chiamata di chi aveva necessità di un intervento. Un pezzo della storia di Milano che se n’è andato. Lascia un vuoto incolmabile.

 

c. Nate ieri - Oggi, come allora

L’Unione Italiana dei Ciechi di Milano si è sempre impegnata, grazie ai suoi illuminati presidenti e collaboratori a offrire a tutti i non vedenti e quindi non soltanto ai soci della propria circoscrizione, realizzazioni che hanno dato cultura e servizi specifici per una migliore sopravvivenza civile.
Tutti sicuramente sono consapevoli che il servizio tiflotecnico è nato a Milano, ora vorrei soffermarmi sulle iniziative editoriali braille della sezione di Milano: “Ora Serena” ha iniziato la propria distribuzione da 76 anni e “Voce Amica” da 70 anni. Entrambi i riferimenti appaiono attualmente nelle rispettive testate.
Ora Serena, oggi come allora, trae il proprio materiale dalle più importanti pubblicazioni del nostro paese e non solo.
Voce Amica è nata soprattutto come giornale dedicato alla donna offrendo spunti e pretesti per informare con un taglio, il più attuale possibile, tutte le proprie lettrici e gli affezionati lettori sullo svolgersi dei fatti più importanti. Nel complesso i nostri abbonati non superano qualche centinaio. E’ ora che forze più importanti delle nostre contribuiscano a che questi nostri periodici abbiano una maggiore diffusione poiché meritano molte più attenzioni delle attuali.
Voce Amica, nei suoi primi anni di vita ospitava pure rubriche dedicate ai lavori a maglia; negli anni 60 quello spazio era particolarmente gradito: una sorta di “Mani Di Fata” per la donna non vedente che appena licenziata dalle impegnate scuole degli istituti per ciechi era particolarmente dedita al lavoro con quei “ferri”.

 

vai al SOM-MARIO

 

 

2) RICORDIAMOLI da marzo a luglio 2017

Ascari Anna Maria - Cattivera Enzo Centofanti Alessandra - Cerri Mariuccia Della Giacomo Sergio - Ferretti Claudio Ghirardelli Italia - Moglia Mario Angelo Raciti Palma - Sarri Anna.

vai al SOM-MARIO

 

 

3) NOTIZIE UTILI

 

1.Chiusura Uffici

Gli uffici della Sezione rimarranno chiusi per ferie da  lunedì 7 a venerdì 25 Agosto 2017.
Così come avvenuto negli anni precedenti sarà comunque possibile usufruire del servizio di accompagnamento per tutto il periodo di chiusura, ad  esclusione di lunedì 14 agosto, tenendo sempre conto delle difficoltà e dei limiti sopraggiunti. Per richiedere il servizio occorre telefonare, con il preavviso di almeno due giorni lavorativi, da lunedì a venerdì, dalle ore 10 alle 13, al numero 02/78 30 00.
Solo per le emergenze e negli orari di chiusura degli uffici è possibile contattare il numero 393/3343605.

 

2. Avviso ai non vedenti

Ricordiamo che l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, l’unico ente preposto per legge a tutelare e a rappresentare tutti i disabili visivi, è sempre disponibile a offrire assistenza e collaborazione per ogni specificità. Invitiamo tutti coloro che non hanno ancora provveduto al rinnovo dell’adesione all’Associazione, a farlo e a sostenere l’Unione anche attraverso la partecipazione alle varie iniziative di solidarietà.

 

3. Concorso di idee per la creazione del nuovo marchio/logotipo associativo

L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, per rafforzare la sua visibilità, la sua identità e i suoi valori portanti indice un concorso di idee per la creazione del nuovo marchio/logotipo associativo.
Il progettista può proporre qualsiasi soluzione purché siano rispettati i criteri inseriti nelle modalità del Concorso. Il bando del Concorso, aperto a tutti, è reperibile anche attraverso la circolare n 72, e scaricabile dal sito web della Sede centrale www.uiciechi.it richiederlo alla Sezione al numero 02/78 30 00. In tutte le modalità previste per l’invio, la proposta dovrà pervenire entro e non oltre le ore 12 del 30 settembre 2017. Il premio assegnato al vincitore è di 2mila euro. Per ulteriori informazioni contattare il numero 06/699 883 76, o finale 421 per e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

4.Offerta servizi socio sanitari a domicilio

L’Istituto dei Ciechi di Milano presso la propria RSA, Casa di Riposo, Via Vivaio, 7 telefoni 02/77 22 62 86 - 02/77 22 62 71, ha istituito un servizio di assistenza anche a domicilio inteso a offrire ai non vedenti e loro familiari diverse possibilità di utilizzo, prestazioni assistenziali, sanitarie, riabilitative e di animazione, infermieristiche fisioterapiche e altro ancora.
Per fruirne, occorre essere in possesso di prescrizione medica da presentarsi presso la ASL di competenza:
i pazienti hanno, secondo i casi, la possibilità di spendere vaucher che vanno da 350 a 700 euro per un massimo di tre mesi, comunque rinnovabili.

 

5. Assistenza Informatica a domicilio

Come già pubblicizzato sui nostri comunicati settimanali, la Sezione e il Centro Informatico dell’Istituto dei Ciechi di Milano hanno attivato un servizio di assistenza informatica per interventi tecnici e di manutenzione al domicilio degli associati.
Le richieste dovranno pervenire direttamente a Daniel Pozderco, già volontario civile presso la nostra sezione, contattandolo al numero 324/54 52 381 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 18.

 

6. Una simpatica notizia sul fronte dell'accessibilità!

Gardaland: ci giunge notizia che da quest’anno le attrazioni del Parco divertimenti di Gardaland sono tutte accessibili, anche alle persone con disabilità visiva, comprese  le montagne russe ed alcune persino ai cani guida.

 

vai al SOM-MARIO

 

 

CODA DI ROSPO


Nel ruolo di presidente che ho svolto per molti anni, mi sono trovato a vivere situazioni dalle più belle e commoventi alle più grette. Ero su un treno, destinazione Roma, mi portava a dei colloqui con dirigenti nazionali della Direzione UIC mi accompagnava un “gran signore” come si usava dire un tempo, del quale in altre circostanze parlerò. Nel caso eravamo in uno scompartimento con una signora di … livello, a un certo punto si è assentata e io … curioso, all’amico ho chiesto come fosse. “Mario, … se mi chiedesse: - tesoro prendi di me quello che vuoi -, le prenderei soltanto l’anello che ha al dito”.
Oggi quell’amico è scomparso, era l’ingegner Gianni Palummo capitano di cavalleria; mi era stato segnalato con particolare sottolineature dal Monte dei Paschi di Siena.
Quando l’Italia ha subito l’armistizio Gianni Palummo si è trovato a dover scegliere o abiurare il giuramento contratto con i Savoia o dimettersi.
Gianni Palummo si è dimesso, ha percorso studi universitari, ha ottenuto la laurea in ingegneria e da allora ha fatto il dirigente. Non dimenticherò mai quella persona per l’affetto, la simpatia. La dedizione che mi ha sempre rivolto, Gianni mi ha trasferito molte delle sue esperienze e così ho imparato tante realtà della vita che non avrei mai conosciuto.
Gianni Palummo oltre ad essere stato combattente in Russia con la l’ARMIR aveva una caratteristica fisiognomica che non poteva non notarsi, assomigliava, quasi un gemello, a Gianni Agnelli. Avrei molti aneddoti da raccontare, sarà per una prossima volta, certo è che quando è scomparso, alcuni anni orsono, mi ha lasciato un vuoto e un ricordo incancellabili. La somiglianza era tale che un giorno al Serfontana, un magazzino tra Como e Lugano, mentre si affannava a comprare dei prodotti che in Italia non si trovavano, ad un certo punto, una signora si avvicinò esclamando: “ma avvocato cosa fa lei qua? e lui…“Signora, ma se fossi davvero l’Agnelli lei pensa che sarei qui a spingere il carrello?”

Mario Censabella

 

vai al SOM-MARIO

 

ASSEMBLEA ORDINARIA DELLA SEZIONE PROVINCIALE DI MILANO PER L’ANNO 2017 AVVISO DI CONVOCAZIONE DIRITTO DI PARTECIPAZIONE

Caro amico,
Cara amica,

L’Assemblea ordinaria dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sezione provinciale di Milano è convocata sabato 16 settembre 2017 presso la “Sala Trani” dell’Unione - Via Mozart, 16 alle ore 8.30 in prima convocazione alle ore 9.30 in seconda convocazione, in questo caso l’Assemblea sarà validamente costituita, indipendentemente dal numero degli associati intervenuti.
Si ricorda che per avere diritto al voto palese in assemblea è indispensabile ritirare l’apposita scheda presso la segreteria organizzativa ed essere in possesso della tessera regolarmente rinnovata. Coloro che non avranno ancora ottemperato al rinnovo della quota 2017, potranno adempiervi in quella circostanza.

Ordine Del Giorno

  • Nomina del Presidente.
  • Nomina del Vicepresidente.
  • Nomina del Segretario dell’Assemblea.
  • Nomina di tre questori per l’organizzazione assembleare.
  • Nomina di tre scrutatori per le votazioni palesi in sala.
  • Approvazione della Relazione Programmatica sull’attività dell’anno 2018.
  • Approvazione del Bilancio preventivo dell’esercizio finanziario 2018.
  • Varie ed eventuali.

Partecipano all’Assemblea i soci effettivi e tutori che siano in regola con il tesseramento, come previsto dall’art.3 del Regolamento statutario in vigore, nonché i nuovi soci che risultino regolarmente iscritti alla data di svolgimento dell’Assemblea stessa. Hanno facoltà di presenziare, senza diritto di voto e di parola, anche i soci non in regola con il pagamento della quota associativa.
Possono altresì presenziare ai lavori assembleari i soci sostenitori e onorari ai quali viene esteso l’avviso di convocazione dell’Assemblea.
Si ricorda che per esercitare il voto palese in sala è indispensabile ritirare l’apposita scheda, presso la segreteria organizzativa.

Pranzo sociale:

Al termine dei lavori, intorno alle ore 12,30 coloro che si saranno prenotati con le modalità di seguito elencate potranno partecipare al pranzo sociale che per l’occasione è organizzato presso la sala mensa dell’Istituto dei Ciechi di Milano.
Le prenotazioni possono effettuarsi anche da subito presso la nostra segreteria versando la quota entro e non oltre giovedì 14 settembre. Quota pro capite euro 20.
Le prenotazioni dei tavoli per il pranzo dovranno avvenire contestualmente al versamento della quota. Le quote pro capite sono politiche, la sezione si fa carico quindi della differenza, anche per questa ragione le somme versate non potranno essere restituite a coloro che saranno assenti a qualsiasi titolo.
Ricordiamo inoltre che, salvo richieste particolari, la partecipazione al pranzo è riservata ai soli soci della Sezione.
L’organizzazione, come sempre, ha precise regole alle quali occorre attenersi e collaborare affinché il nostro impegno possa scorrere al meglio.
L’Unione si intende sollevata da responsabilità per eventuali danni a persone o a cose che dovessero verificarsi nel corso dell’intera manifestazione.

 

RELAZIONE PROGRAMMATICA PER L’ANNO 2018 ASSEMBLEA ORDINARIA SABATO 16 SETTEMBRE 2017

SALA TRANI UNIONE ITALIANA DEI CIECHI E DEGLI IPOVEDENTI DI MILANO VIA MOZART 16

Carissime e carissimi tutti,

rinnoviamo con grande senso di responsabilità la tradizione che vede la Sezione di Milano, al di là della contingenza economica, optare per la celebrazione di due Assemblee, così come peraltro consentito dallo Statuto vigente. La prima, già tenuta in aprile, nel corso della quale abbiamo approvato la relazione morale e il bilancio consuntivo; la seconda, convocata in data odierna, riservata all’approvazione della relazione programmatica e del relativo bilancio. Come più volte indicato nelle relazioni precedenti, confermo che questa scelta continua ad essere imposta dalla situazione economica estremamente fluida che rende praticamente impossibile stimare, fra febbraio e marzo dell’anno in corso, ciò che potrebbe accadere nel corso dell’anno successivo. Quando, per ridurre i costi, abbiamo sperimentato l’opzione di un’unica assemblea che, ricordo, deve necessariamente essere convocata entro il mese di aprile, abbiamo approvato documenti programmatici rivelatisi, a distanza di otto mesi, poco aderenti alla realtà che, nel frattempo, era andata via via modificandosi obbligandoci a predisporre, già nel gennaio successivo, importanti e sostanziali modifiche al bilancio programmatico approvato appunto nel corso dell’assemblea di aprile. Da qui la scelta delle due assemblee che, unitamente all’incontro di Santa Lucia, costituiscono momenti di aggregazione significativi per la vita della nostra Associazione. Più volte, a vari livelli, ci siamo interrogati intorno ai diversi problemi posti dalla crisi dell’associazionismo-fenomeno purtroppo non estraneo anche all’Unione- concordando, dopo le opportune riflessioni, la necessità di promuovere forme innovative di incontro volte alla promozione e al mantenimento del consenso. Abbiamo pertanto ritenuto valido che, accanto alle innovazioni, frutto di nuove strategie soprattutto rivolte ai giovani, debbano necessariamente convivere le tradizionali forme di incontro, gestite ovviamente nel rispetto dello statuto e del regolamento vigenti. Ed eccoci, appunto, nuovamente riuniti sotto le bandiere dell’Unione per decidere insieme i passi futuri, non tanto per accampare nuovi privilegi, come sostengono quei detrattori alleati a organi di stampa poco professionali, fautori di campagne perniciose come quella, farsesca, dei falsi invalidi, ma per rivendicare quei diritti sanciti dalla Costituzione e dalle varie Convenzioni internazionali, fra tutte la più importante: quella dell’ONU - “Niente su di noi senza di noi” - che la bassa politica, strumentalizzando la crisi economica spesso disattende.
Forti di questi principi, recuperiamo lo spirito “unionistico”, pronti a sostenere con convinzione le tante battaglie che a vari livelli istituzionali ogni giorno la nostra Associazione conduce.
E qui il pensiero va a quanti, investiti da responsabilità nazionali, monitorano costantemente l'azione del Governo e del Parlamento affinché un'incontrollata e schizofrenica approvazione di nuove leggi non vanifichi gli effetti di quelle positive, messe in discussione, purtroppo, ogni volta in cui viene affrontata la legge di stabilità o intrapresa una nuova riforma.
Ecco perché un pensiero riconoscente va al nostro Presidente Nazionale Mario Barbuto che, dopo essersi impegnato nella strenua difesa dei contributi che garantiscono l’operatività e il futuro dell'Unione e delle Istituzioni ad essa collegate, ha dato vita ad un'azione graduale ma estremamente efficace di rinnovamento introducendo nella organizzazione dell’Unione criteri di efficienza e managerialità e promuovendo al tempo stesso la crescita di molti giovani.
Si insiste sui giovani, un movente sano al quale si deve ispirare anche l’azione della nostra sezione nella consapevolezza che il ricambio tra i quadri dirigenti va costruito e preparato nel tempo. Un rapido sguardo al nostro bilancio è sufficiente per capire le tante complessità che sovraintendono alla gestione della nostra Sezione e alle tante criticità che devono chiamare in campo anche risorse giovani.
E’ necessario dunque mettere in programma un prezioso investimento a carattere culturale dedicato alle nuove generazioni, volto alla conoscenza e salvaguardia dei valori all'origine della nostra storia considerati però alla luce delle problematiche di oggi.
Non a caso oggi parlo di valori, richiamando nel contempo le scelte dei nostri Padri Fondatori che, rifuggendo l'egoismo di chi per status avrebbe potuto perseguire più facili privilegi corporativistici, ha scelto di rappresentare gli interessi di tutta la categoria.
E da loro dobbiamo imparare, quando le circostanze, non ascrivibili a volontà personali, impongono limitazioni nell'erogazioni di servizi, così come quello dell'accompagnamento che tanti disagi sta provocando a tutti noi.
Vi prego di credere, e ve lo dico con il cuore, che il Direttivo Sezionale non sottovaluta affatto la delicata situazione che si è venuta a creare per la gestione di un servizio da sempre fiore all'occhiello della Sezione, precarizzato, di fatto, da risorse largamente insufficienti.
L'impegno di oggi e di domani è quello di riportare il servizio di accompagnamento a livelli di riconosciuta qualità coinvolgendo in questo obiettivo, da un lato la Presidenza Nazionale, per quanto potrà fare in relazione al reclutamento e al mantenimento dei volontari civili assegnati e dall’altro il Comune di Milano il quale, così come fanno i comuni più importanti, dovrebbe diventare parte attiva nel servizio.
A conclusione di questo argomento chiedo a tutti senso di responsabilità e comprensione per chi, disinteressatamente, cerca di organizzare al meglio il servizio ricordando, al tempo stesso, che con 13 volontari, legati a vincoli di utilizzo orario, non si possono organizzare i 120 accompagnamenti quotidianamente richiesti.
Quindi, cari amici, sono a chiedere giudizio e tanto tanto spirito associativo!
Tra i temi, ai quali la Sezione porrà la massima attenzione, emerge con priorità assoluta quello dei servizi di assistenza specialistica e consulenza scolastica, strategici per il futuro dei nostri ragazzi.
Dopo cinque anni di grande incertezza e precarietà che tanto danno e disagio hanno provocato ai giovani studenti e alle loro famiglie, grazie al prezioso impegno e alla caparbietà del nostro Presidente Regionale Nicola Stilla, dall'anno scolastico 2017/2018 la competenza dei servizi di supporto scolastico passa alla Regione Lombardia che, per quanto riguarda i disabili sensoriali la eserciterà attraverso la realtà territoriale dell’ATS (Azienda Tutela della salute) coinvolgendo la Scuola e i Comuni di residenza dei singoli ragazzi.
In ossequio al principio della libera scelta sarà la Famiglia, tra gli Enti Gestori che avranno manifestato interesse alla gestione del servizio, a scegliere, tra quelli accreditati, di chi avvalersi. In questo frangente, l’impegno prioritario della Sezione e del Consiglio Regionale - in funzione delle risorse messe a disposizione – sarà quello di monitorare il funzionamento dei servizi sul territorio con lo scopo di mantenere alta la qualità per non inficiare il valore dell’inclusione per i nostri giovani, proprio a partire dalla scuola.
Si avvia pertanto un primo anno di transizione, dopo anni di desolante disinteresse da parte di chi avrebbe dovuto garantire supporti tanto fondamentali e strategici per il futuro dei nostri ragazzi. L’auspicio è quello che, al di là delle risorse ancora insufficienti rispetto ai nobili obiettivi che la riforma si propone di perseguire, si stia almeno in parte uscendo dal tunnel e che ai nostri giovani sia effettivamente garantito il diritto allo studio, sancito costituzionalmente.
A proposito dei vari servizi di consulenza educativa e formativa, la nostra Sezione è certa che l'Istituto dei Ciechi farà, come ha sempre fatto, la sua parte confermando il ruolo di partner privilegiato nel delicato percorso verso la migliore inclusione scolastica e sociale possibile.
E, sempre restando nell’ambito scolastico, è bene sottolineare i valori che devono indirizzare la nostra attenzione verso i più fragili, come i ragazzi con pluridisabilità, e al ruolo che la Sezione deve avere nel sostenere le loro legittime istanze.
Per troppo tempo si sono circoscritte le sacrosante esigenze dei ciechi pluridisabili a problematiche di mera valenza assistenziale. E’ giunto il tempo di farsi carico, con convinzione, delle   naturali e legittime aspirazioni di chi, pur appartenendo al nostro mondo, affronta la vita con qualche fatica in più. La Sezione farà argine a quanti, così come avvenuto in un recentissimo passato, considerano superfluo il servizio tiflologico per questi ragazzi. A proposito di plurihandicap, la sezione di Milano segue con grande attenzione i programmi e gli obiettivi intrapresi dall’Istituto dei Ciechi che vedranno, a breve, la realizzazione del nuovo CDD (Centro Diurno per Disabili) e la progettazione di una RSD (Residenza sanitaria assistenziale per disabili) in grado di promuovere il servizio “Durante e Dopo di Noi”.
Tornando all'azione diretta della Sezione affrontiamo ora il delicato tema dei corsi di mobilità e orientamento che venivano organizzati mediante il sostegno dell'Irifor e che da qualche tempo non rientrano più tra le sue priorità.
Non spetta a noi in questa sede giudicare le scelte autonome di un Ente, a carattere nazionale, che certamente avrà, in considerazione delle esigue risorse, ben ponderato le proprie scelte ma certamente non possiamo fare come gli struzzi nascondendo la testa ed eludendo i tanti problemi causati della mancata organizzazione dei corsi in questione.
Da parte nostra c'è piena consapevolezza della necessità di trovare una rapida soluzione al problema e, a questo proposito, svilupperemo ogni sforzo muovendoci in tre direzioni.
La prima sarà quella di chiedere al Presidente Nazionale di riconsiderare il cofinanziamento dei corsi di orientamento e mobilità la cui realizzazione diventa indispensabile in aree urbane particolarmente complesse come la nostra.
La seconda vedrà la riformulazione di un progetto specifico che verrà presentato al Comune di Milano e, in subordine, alla Fondazione Cariplo.
La terza vedrà la Sezione tornare a porre con determinazione il problema all'ATS così come peraltro annunciato nell'aprile scorso.
Sempre nell'ambito dei corsi che la Sezione promuove tramite l'Irifor Provinciale, nell'anno 2018 sarà riproposto il Campo estivo riabilitativo, particolarmente apprezzato dalle famiglie e dai ragazzi.
Nel contempo si ribadisce la volontà di proporre altri corsi, come quello di cucina, effettuato quest'anno e finanziato unicamente dalla nostra sezione.
Il quadro dei servizi offerti ai soci è oggettivamente lungo e il rischio di dimenticarne qualcuno fa privilegiare l'affermazione programmatica che la Sezione, compatibilmente con le risorse disponibili, promuoverà ogni azione per la loro salvaguardia e sviluppo.
In particolare verranno potenziati i vari sportelli di consulenza diretta che avvicinano inequivocabilmente il socio alla Sezione o ne favoriscono la nuova acquisizione.
Il servizio di Patronato, sottoposto ad un'azione di costante monitoraggio in relazione alla qualità dei servizi erogati, sarà oltremodo interessato da una verifica dei risultati attesi anche con specifico riferimento alla convenzione con Anmil.
Il bilancio 2018 conferma il sostegno della Sezione al Circolo Culturale Paolo Bentivoglio di Via Bellezza per un importo di € 23.000 tra affitto, utenze e costi di manutenzione, oltre al compenso per l'operatore addetto. Il Direttivo sezionale si augura di poter supportare il Circolo nell’organizzazione di nuovi corsi, così come quelli di teatro, che tanto successo hanno riscontrato tra i soci.
Rinnovando l'antica tradizione, la Sezione si propone, bilancio permettendo, di sostenere il Movimento sportivo che ricordo però ha una gestione autonoma e indipendente.
Nel 2018 continuerà la graduale revisione organizzativa degli uffici posta in essere quest'anno con l'intento di migliorare il servizio ai soci e al tempo stesso razionalizzare le risorse.
Proseguirà anche l'azione mirante al contenimento dei costi così come si è proceduto durante l'anno in corso, unitamente all'implementazione di progetti volti alla migliore gestione e valorizzazione del patrimonio. 
A tal proposito, dovremo affrontare con lucidità il problema della palazzina di Via Val Caffaro che, se da una parte ha incrementato il valore complessivo del patrimonio, dall'altra, a causa di costanti problematicità, provoca continue perdite a carico delle partite correnti.
Ed è proprio a questo proposito che la Sezione continuerà a concentrare ogni sforzo per cercare di risolvere l’annoso problema del disavanzo che influenza negativamente il bilancio ormai da diversi anni.
Gli strumenti adottati saranno una gestione più attenta e puntuale del patrimonio che, in attesa di nuovi sviluppi delle iniziative di valorizzazione intraprese, assicuri, nel 2018, un introito di 220.000 euro unitamente ai proventi per la pubblicità sui botteghini che dovrebbero ammontare a circa 180.000 euro. Tra gli obiettivi del 2018 la soluzione di importanti contenziosi, come quello legato alla cessione dell’appartamento di Galleria del Corso a Milano e quello tra la Sezione e la Regione Lombardia per l’Eredità Fantoni, che inciderebbero molto positivamente sulle finanze della sezione. Si conferma, anche per il prossimo anno, una particolare attenzione a tutte le iniziative di raccolta fondi per le quali si auspica la massima collaborazione di tutti i soci.
A differenza della relazione morale dove spesso i numeri del bilancio consuntivo prendono il sopravvento rispetto alla presentazione dei servizi, in questa circostanza abbiamo cercato di dedicare il giusto spazio alla programmazione degli interventi e agli obiettivi morali che la Sezione si propone di conseguire nel corso del prossimo anno.
Chi vorrà approfondire le dinamiche contabili potrà liberamente consultare l’intera documentazione presso la Sezione. Oggi però se permettete lasciatemi sognare, anzi sogniamo insieme, liberi dai quei vincoli economici e burocratici che limitano la nostra azione.
Sarà che sto diventando vecchio, sarà che sempre più spesso la mente si affolla di antichi ricordi, di quando l'Unione mi prese per mano accompagnandomi per le strade del mondo. Ogni giorno, tuttavia, il sogno si infrange e la realtà mi fa sentire inadeguato per non riuscire a garantire ai giovani d'oggi quanto io e altri della mia generazione abbiamo ricevuto dall'Unione.
L’ottimismo però deve essere più forte e con fiducia, a tutti e a me stesso, rivolgo l’esortazione a considerare l’Unione una famiglia dove nessuno si deve sentire escluso o emarginato. Una famiglia che non esaurisce il suo tempo nello spazio di poche generazioni ma che, ispirandosi ai valori più nobili della democrazia e della solidarietà, deve continuare ad essere approdo sicuro per tutti i ciechi.

Il Presidente

     Rodolfo Masto

vai al SOM-MARIO

 

SINTESI DEL BILANCIO PREVENTIVO PER L’ANNO 2018

Sintesi del bilancio consultivo per l'anno 2018(Entrate)

Riassunto delle Entrate Consuntivo 2016 Preventivo 2017
(dopo assestam.)
Preventivo 2018
Avanzo presunto d’Amministrazione      
Titolo I - Entrate Correnti 833.186,90 908.600,00 846.900,00
Titolo II - Entrate in Conto Capitale 950.215,10 382.500,00 1.214.000,00
Titolo III - Partite di Giro e Contabilità Speciali 297.514,16 295.514,16 197.850,00
Gestioni Autonome (Circolo Paolo Bentivoglio) 38.418,17 38.418,17 30.000,00
Totale generale dell’Entrata 2.119.344,33 1.627.032,33 2.119.334,33



 

Sintesi del bilancio consultivo per l'anno 2018(Uscite)

Riassunto delle Uscite Consuntivo 2016 Preventivo 2017
(dopo assestam.)
Preventivo 2018
Disavanzo presunto d’Amministrazione      
Titolo I - Spese Correnti 970.615,83 907.100,00 846.900,00
Titolo II - Spese in Conto Capitale 1.057.861,49 384.000,00 1.214.000,00
Titolo III - Partite di Giro e Contabilità Speciali 297.514,16 295.514,16 197.850,00
Gestioni Autonome (Circolo Paolo Bentivoglio) 38.418,17 38.418,17 30.000,00
Totale generale dell’Uscita 2.364.490,65 1.627.032,33 2.288.750,00

 


Note dopo la realizzazione WEB

Originale inviato alle stampe il 20 Luglio 2017
Differenze dall'originale: dimensione del carattere, impaginazione, allineamento, indicizzazione, titoli, tabelle dati.
Realizzazione WEB a cura dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Milano ONLUS - ultima modifica 24/01/2018 alle 17:14

 

CC 2017-01-1

CIRCOLARE N. 1 - GENNAIO 2017

Care amiche e cari amici,

il 2016 è ormai volato via ed il Natale ritorna con i suoi rituali, le sue luci colorate e la sua atmosfera festosa. Al di là della cornice consumista mi piace vedere il Natale nella sua dimensione di dono: per i credenti dono del Padre agli uomini di buona volontà, per i non credenti dono che attesta un affetto o un sentimento di reciproca amicizia. Per noi soci di questo piccolo ma storico circolo è dono di amicizia e di reciproca solidarietà.

Il calendario degli eventi del 2016 è stato particolarmente ricco e a tutti i miei collaboratori, sia in qualità di consiglieri sia in qualità di consulenti, sia in qualità di volontari, va il mio affettuoso grazie. Un grazie particolare a tutti coloro che comprendendo il sempre crescente impegno del circolo hanno voluto aiutarci attestandoci con i loro donativi fiducia e apprezzamento.

Il 24 agosto del 2016 siamo stati tutti dolorosamente colpiti dal terremoto dell’Abruzzo e delle Marche e un sentimento di umana solidarietà ha spinto il Comitato Direttivo a organizzare due concerti di beneficienza per i fratelli non vedenti, così il 18 settembre, grazie alla collaborazione del nostro dinamico consulente Giuseppe Ferdico e il 9 ottobre, grazie alla collaborazione della Compagnia del Bel Canto, abbiamo destinato il 50% del ricavato (600 euro) a due soci segnalatici dal Presidente dell’Unione di Ascoli Piceno. La loro commovente lettera di ringraziamento è disponibile presso il Circolo.

Mi piace qui ricordare l’ampio successo di pubblico nei confronti del progetto “Romanzo in scena”, fortemente voluto dalla contessa Grandi Clerici, in cui la Compagnia dei Lettori ha “donato” ai nostri non vedenti le più belle pagine di alcuni best-seller: “Pomodori verdi fritti” di Fanny Flagg e “Mal di pietre” di Milena Agus.

A tutti voi cari amici, che con la vostra presenza e anche con le vostre critiche ci avete aiutato a migliorare i servizi del circolo, unitamente a Piero Pizzarelli, Flavio Fera, Giuliana Colombo, Flavio Dragotto, Nerio Contavalli, Rosanna Galbusera, Luciano Merati, esprimiamo i nostri più cari auguri di Buon Natale e felice anno nuovo.

 

NUOVE PROPOSTE PER IL 2017

Nel nuovo anno continueranno i corsi di ballo liscio e latino-americano, di inglese, il corso per la manipolazione della creta, il corso di ginnastica mentale a cui si è affiancato il corso help: un corso cioè di piccola autonomia personale e domestica tenuto dalla sottoscritta con Antonietta Patelli, Giuliana Colombo, Graziella Schiavi, Rosanna Galbusera e di volta in volta con interventi di esperti per i campi richiesti dagli interessati.

Dal 21 gennaio partirà il nuovo corso avanzato di shiatsu: 8 incontri per un totale di 24 ore, da tenersi nei sabati alterni per 3 ore a seduta. Quota di partecipazione 190,00 euro comprensivo di assicurazione. Il 21 gennaio sarà illustrato il corso con una lezione prova. Non si può istituire il corso con meno di otto persone, per le adesioni da effettuarsi entro il 18 gennaio 2017, contattare il numero 02/58302743, Filippo.

Proposta di corso di ginnastica intima (contro l’invecchiamento dell’apparato uro-genitale), sia per le donne che per gli uomini, il corso di 5 ore sarà presentato dal fisioterapista Alessandro Giannone, quota pro capite euro 70. Prenotazioni entro il 20 Gennaio. Il corso si terrà indicativamente di sabato.

Corso di danza storica a cura di Chiara Gelmetti: “La danza cortese nella Milano Viscontea”, 10 ore da tenersi il martedì dalle 17:30 alle 18:30 a partire dal 7 febbraio; presentazione del corso e iscrizioni martedì 31 gennaio 2017.

 

CALENDARIO DEI CORSI E DEGLI EVENTI

  • 17/01/2017 dalle 15:30 alle 17:00 corso di inglese;
  • 18/01/2017 dalle 14:30 alle 16:30 scuola braille; dalle 16:30 alle 18:00 corso help di autonomia personale e domestica: impariamo a riconoscere le monete e la cartamoneta; dalle 17.30 alle 19.30 corso di teatro;
  • 19/01/2017 dalle 14:30 alle 16:00 corso di ginnastica mentale; dalle 16:00 alle 17:00 corso di manipolazione della creta;
  • 21/01/2017 ore 15.30 presentazione del corso di Shiatzu;
  • 24/01/2017 dalle 15:00 alle 16:30 corso di ballo liscio e latino-americano;
  • 31/1/2017 – ore 17 circa, presentazione del corso di Danza storica: “La Milano dei Visconti e le danze cortesi”.

 

GITA DI PRIMAVERA

Andiamo in Russia dal 15 al 21 maggio: visite a San Pietroburgo, a Petrodvorez reggia estiva degli Zar, a Tzarskoe Zelo, Mosca, a Sergiev Posad al monastero di San Sergio, Mosca: la Piazza Rossa e altri luoghi celebri della città.

Partenza 15 maggio da Milano Malpensa alle ore 13:30, rientro a Milano Malpensa il 21 maggio in serata.

La quota di euro 1.450 circa comprende il viaggio in aereo e in treno, il soggiorno in alberghi a 4 stelle con pensione completa; a questa cifra vanno aggiunti 85 euro per il visto sul passaporto e 235 euro, supplemento per stanza singola.

Prenotazione e anticipo di 500,00 euro da versare entro il 15 febbraio, il saldo entro e non oltre il 30 marzo, tenendo conto delle lunghe attese per il visto consolare (40/50 gg. lavorativi).

N.B. il passaporto deve essere valido per i sei mesi successivi alla data del viaggio, quindi chi deve rinnovarlo lo faccia subito perché deve essere consegnato all’incaricato dell’Agenzia viaggi Sogevi, entro il 30 marzo 2017.

 

EVENTI GENNAIO – MARZO 2017

  • Domenica 15/01/2017 ore 15:30 concerto di Giorgio Merati “Napoli ieri e oggi. La grande canzone napoletana dalla fine dell’Ottocento a Pino Daniele”;
  • Domenica 22/01/2017 ore 15:30 Coro “Val del Seves” – canti popolari;
  • Domenica 29/01/2017 ore 15:30 Cineforum presentazione del film: “La pazza gioia” di Paolo Virzì a cura di Giancarlo Zappoli;
  • Domenica 05/02/2017 ore 15:30 “Kore’s ensemble” in concerto, direttrice Maxine Rizzotto;
  • Domenica 12/02/2017 ore 15:30 dalla tv canzoni e sorrisi in meneghino con gli Stramilano e il cabarettista Massimo Galimberti;
  • Domenica 19/02/2017 ore 15:30 per il progetto “Romanzo in scena” la Compagnia dei lettori presenta… (spettacolo da definire);
  • Domenica 26/02/2017 ore 15:30 cineforum presenta il film: “Perfetti sconosciuti” di Paolo Genovese, a cura di Giancarlo Zappoli;
  • Sabato 04/03/2017 ore 16:30 Carnevale: giochi e scherzi di carnevale con la premiazione del più bel costume. Al termine, tutti insieme allegramente, andremo alla pizzeria La Palma: prenotazioni entro il 03/03/2017 alla segreteria del circolo;
  • Domenica 12/03/2017 ore 16:00 presso la sala Barozzi dell’Istituto dei Ciechi di Milano, Via Vivaio 7, la Compagnia Bellezza presenta: “Se il tempo fosse un gambero”, regia di Gioia Aloisi e Monica Gorini;
  • Domenica 19/03/2017 ore 15:30 concerto di musica classica con il compositore Andrea Bettini;
  • Domenica 26/03/2017 ore 15:30 cineforum presentazione del film: “Io, Daniel Blake” di Ken Loach.

Ricordo che la frequenza ai corsi è subordinata al pagamento della quota di iscrizione al Circolo di euro 25 per l’intero anno.

Inoltre, informo che sia sul sito dell’Unione www.uicimi.it sia sulle pagine di facebook del Circolo Paolo Bentivoglio, potrete verificare l’organizzazione di eventi, iniziative e spettacoli in calendario.

 

Un caro saluto a tutti.

 

Il Presidente Erica Monteneri

CC 2016-09-3

CIRCOLARE N. 3 - SETTEMBRE 2016

Care amiche e cari amici,

il giorno 26 giugno in una vivace e affollata assemblea è stato eletto il Comitato Direttivo per il quadriennio 2016-2020. I consiglieri eletti dalla base, ai sensi del nostro regolamento, sono, in ordine alfabetico: Luciana Bellinzona, Giuliana Colombo, Flavio Fera, Erica Monteneri; l’Unione ha indicato in Nerio Contavalli, Fabio Dragotto, Rosanna Galbusera e Luciano Merati i suoi rappresentanti. Vicario del Presidente Masto, Piero Pizzarelli. Ai numerosi candidati vada un mio personale ringraziamento per l’impegno e l’entusiasmo dimostrato, e un invito a mettere sempre a servizio del nostro sodalizio la propria esperienza a beneficio di tutti.

Come vedrete, nel nuovo Consiglio manca un nome storico quello di Antonietta Patelli, colonna portante del nostro Circolo a cui viene conferito il ruolo importante e nuovo di referente di tutti gli anziani soli dell’Area Metropolitana Milanese. Sono certa che Antonietta saprà tessere una meravigliosa rete umana con la sua pazienza, la sua esperienza e la sua sensibilità. Continuerà il suo impegno di insegnante della scuola braille e di coordinatrice della biblioteca braille.

Un mio personale ringraziamento va ai consiglieri uscenti, Antonietta e Rosaria che tanto mi hanno aiutato nei compiti organizzativi. Un augurio di buon lavoro ai nuovi consiglieri Nerio Contavalli, da anni impegnato nella politica associativa dell’Unione e socio del Circolo, a Rosanna Galbusera che per tanti anni ha diretto la scuola braille e che metterà a nostra disposizione la sua esperienza di insegnante.

L’8 settembre il Comitato Direttivo ha eletto all’unanimità Erica Monteneri e Flavio Fera a presidente e vice presidente del Circolo.

Dato il crescente impegno sociale e culturale del nostro sodalizio abbiamo meglio distribuito le varie competenze in modo da offrire ai soci il miglior servizio.

Ad Erica Monteneri e Flavio Fera spetta il compito amministrativo e di pianificazione di eventi e corsi.

A Piero Pizzarelli, Luciana Bellinzona e Luciano Merati è stata affidata la commissione per il turismo sociale.

A Fabio Dragotto le relazioni con i giovani e la gestione dei social network. A Giuliana Colombo i rapporti con le insegnanti della scuola braille e la gestione della nastroteca musicale e della biblioteca sonora.

Si intende, nell’anno in corso, potenziare il servizio sportello autonomia in collaborazione con Antonietta Patelli, Rosanna Galbusera e Graziella Schiavi.

I soci che volessero richiedere un colloquio di sostegno per superare il lutto visivo possono prendere appuntamento il mercoledì dalle 15 alle 18 telefonando al numero 02/ 5454090 dalle 8.30 alle 10.30.

Uno o due volte al mese, a seconda delle richieste, sarà organizzato un gruppo Help in cui ognuno parlerà dei propri problemi e degli esperti insegneranno loro l’uso di strumenti di piccola autonomia, compreso il riconoscimento del denaro e delle carte da gioco. Per iscriversi a questi gruppi di mutuo aiuto, telefonare a Filippo 02/58 30 27 43.

Successivamente saranno comunicati, tramite segreteria i giorni e gli argomenti degli incontri.

Un ringraziamento speciale a Giuseppe Ferdico, che ha dato prova di grandi capacità organizzative progettando diversi spettacoli musicali di successo e che viene indicato dalla Presidenza come esperto musicale, in particolare della musica jazz.

Il Maestro Antonio Martino continua la sua storica consulenza nel campo della musica classica.

Ringrazio i numerosi soci che rendendosi conto delle spese crescenti sostenute dal Circolo, dovute sia alla manutenzione, sia al rimborso spese dei nostri artisti, hanno voluto donare al Circolo piccoli e medi donativi che ci hanno permesso di elevare sempre di più a favore di tutti il pacchetto offerte spettacoli ed eventi. In particolare, una benefattrice, innamoratasi del nostro Circolo, ha offerto un suo sostegno economico per la realizzazione del progetto “Romanzo in scena” che prevede la riduzione di best-seller a brani recitati a cura della Compagnia dei lettori, che con tanta generosità collabora con noi, e dibattito finale con il nostro pubblico. Si prevedono 4 incontri, il primo il 30 ottobre con “Pomodori verdi fritti”, il secondo l’ultimo mercoledì 30 novembre ore 15.30 con il romanzo “Mal di pietre”. E’ una iniziativa molto importante sul piano culturale, perciò vi prego di intervenire numerosi.

 

CALENDARIO EVENTI DEL CIRCOLO PAOLO BENTIVOGLIO SETTEMBRE - DICEMBRE 2016

Tutti gli eventi si svolgeranno dalle ore 15.30 ad eccezione del cineforum che avrà inizio dalle ore 15.00 a partire da gennaio 2017.

Domenica 18 settembre sala Barozzi “Tu vo’ fa’ l’americano”. Le canzoni comiche di Renato Carosone e Fred Buscaglione. Introduce la giornalista Fulvia Serra. Partecipano Ricky Gianco e Stefano Covri, Vince Tempera e i Doctors Jive Band, Michele Cipriano e i Four on Six. Offerta libera destinata in parte alle attività del Circolo in parte agli amici terremotati.

Domenica 25 Settembre ore 9 assemblea straordinaria dell’UICI sezione di Milano. Al termine dei lavori pranzo presso una trattoria tipica del lodigiano.

Domenica 2 ottobre ore 15.30, concerto: Bach, Mozart e Beethoven, le tre pietre miliari della musica classica, interpretati dalla pianista Federica Bortoluzzi e dal violinista Gabriele Bortoluzzi.

Domenica 9 ottobre alle ore 16 presso il Salone Barozzi dell’Istituto dei Ciechi di Milano, in collaborazione con il Consolato giapponese, la Compagnia del Bel Canto presenta il Concerto lirico dal titolo “Dal Giappone, l’InCanto dell’Opera Italiana”, con le arie più famose delle seguenti Opere: Il Barbiere di Siviglia, La Boheme, La Traviata, Madama Butterfly - Soprano: Motoko Kawata, Hiromi Takeshita, Junko Takenouchi, Mezzosoprano, Shinobu Hasegawa, Tenore: Nao Mashio, Baritono: Yuya Harada, al pianoforte Yuka Gohda. Ingresso a offerta libera.

Domenica 16 ottobre per il ciclo “donne allo specchio” la commissione pari opportunità presenta il libro di Lelia Ravalletta dal titolo “Vibrazioni” ritratti di donne nella loro difficile quotidianità. Intervista la scrittrice Erica Monteneri.

Domenica 23 ottobre gita a Bobbio Penice visita guidata all’Abbazia di San Colombano, alla cattedrale, al centro storico, al ponte del Diavolo, aperitivo in piazza, pranzo presso il noto ristorante “La Volpe”. Partenza da via Bellezza 16 alle ore 7.30 in pullman GT. Quota pro capite di partecipazione euro 50 per soci e accompagnatori. Euro 60 per i non soci. E’ opportuno che i non vedenti abbiano un proprio accompagnatore.

Rientro a Milano, in Via Bellezza, intorno alle ore 20.30. Per le iscrizioni, entro e non oltre il 10 ottobre, rivolgersi al Circolo, telefonando a Filippo al numero 02/58 30 27 43.

Domenica 30 ottobre ore 15.30 per il ciclo “Il romanzo in scena” la Compagnia dei lettori presenta “Pomodori verdi fritti” antologia di brani del bestseller di Fanny Flagg.

Domenica 6 novembre ore 16, sala Barozzi “Nel cuore del romanticismo tedesco”: Fanny Mendelssohn e Joannes Brahms. Violinista Massimo De Biasio, violoncellista Ina Schlüter, pianista Keiko Hjtomi Tomisauwa.

Domenica 13 novembre ore 15.30, via Bellezza: concerto dedicato a Billie Holliday “La signora del canto Jazz” con la cantante Martha G e il Vittorio Castelli Quartet.

Domenica 20 novembre Bookcity la compagnia dei lettori presenta “Milano tra le righe” prose, poesie e musiche ispirate alla nostra cara vecchia Milano.

Domenica 27 novembre ore 15:30 la Commissione Nazionale Pari Opportunità presenta il libro di Luisa Bartolucci “Guida a quattro Zampe”, un libro, un sogno, un progetto per aiutare la scuola triveneta cani-guida di Selvazzano.

Domenica 4 dicembre spettacolo da definire.

Domenica 11 dicembre Festa di Santa Lucia dell’Unione Italiana dei Ciechi presso Sala Barozzi dell’Istituto dei Ciechi.

Domenica 18 dicembre ore 15:30 concerto di Natale con il coro “Contraccanto” diretto dal maestro Alexander Zielinski. Al termine brindisi e auguri di Natale con gli amici.

 

CALENDARIO DEI CORSI

27 settembre ore 15:00 corso di ballo liscio e latinoamericano. Euro 70 pro capite. Iscrizioni 2016/2017.

5 ottobre ore 15.30 – 17.00 illustrazione del corso di computer per principianti – è necessario il possesso di un proprio computer. 20 ore euro 120. Iscrizioni entro il 30 settembre presso la segreteria del Circolo.

12 ottobre ore 14:30-16.30 scuola braille.

12 ottobre ore 17.30- 19.30 riprende il corso di teatro.

13 ottobre ore 14:30 l’associazione Asso MensSana presenta il corso di ginnastica mentale per rinforzare la memoria e le capacità logiche.

15 ottobre ore 15:30 presentazione del corso di shiatsu, prima lezione gratuita. 20 ore, cadenza quindicinale, sabato. Iscrizione euro 150.

20 ottobre ore 16:00 corso di manipolazione della creta sotto la direzione di Maria Rosa Tavazzani, presidente della famiglia degli artisti.

Verrà organizzato secondo le richieste, un corso di inglese per principianti, cadenza settimanale di un ora e mezza. Costo pro capite 120 euro.

Corso di inglese avanzato alle medesime condizioni, la data sarà comunicata attraverso la segreteria telefonica, prenotarsi entro il 5 ottobre presso la nostra segreteria 02/58 30 27 43.

Sarà organizzato anche un corso di IPhone per piccoli gruppi omogenei, è necessario il possesso dello strumento. Prenotarsi entro il 10 di ottobre presso la nostra segreteria.

Dal controllo degli elenchi dei soci risulta che ancora parecchi non hanno ancora rinnovato la quota associativa.

Si ricorda che per partecipare a qualsiasi corso è necessaria la tessera associativa. E che non è giusto rinnovare alla fine dell’anno la tessera, quando si è usufruito per un anno intero di tutti i servizi. I ritardatari devono iscriversi entro e non oltre il 30 ottobre. Gli inadempienti non potranno più ricevere la circolare al proprio domicilio.

 

Informo che sul sito dell'Unione www.uicmi.it vi è una sezione dedicata al Circolo in cui potrete verificare tutti gli eventi e le iniziative.

Inoltre, sulla pagina facebook, del "Circolo Paolo Bentivoglio", troverete settimanalmente indicati gli eventi e gli spettacoli.

 

Un caro saluto a tutti e arrivederci presto.

 

Il Presidente Erica Monteneri