Assemblea 21 settembre 2019

SECONDA ASSEMBLEA ORDINARIA DELLA SEZIONE PROVINCIALE DI MILANO PER L’ANNO 2019 AVVISO DI CONVOCAZIONE DIRITTO DI PARTECIPAZIONE

Caro amico, 
Cara amica,

La seconda Assemblea ordinaria dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sezione provinciale di Milano è convocata Sabato 21 Settembre 2019, presso la Sala Trani dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Milano, Via Mozart 16, alle ore 8.30 in prima convocazione, alle ore 9.30 in seconda convocazione, qualunque sia il numero degli intervenuti, con il seguente:

Ordine Del Giorno
1) Nomina del Presidente.
2) Nomina del Vicepresidente. 
3) Nomina del Segretario dell’Assemblea.
4) Nomina di tre questori per l’organizzazione assembleare.
5) Nomina di tre scrutatori per le votazioni palesi in sala.
6) Approvazione della Relazione Programmatica sull’attività dell’anno 2020.
7) Approvazione del Bilancio preventivo dell’esercizio finanziario 2020.
8) Varie ed eventuali.


Hanno diritto di partecipazione attiva i soci effettivi e i tutori in regola con il tesseramento, come previsto dall’art.3 del Regolamento statutario in vigore, nonché i nuovi soci che risultino regolarmente iscritti alla data di svolgimento dell’Assemblea stessa. 
Hanno facoltà di presenziare, senza diritto di voto e di parola, anche i soci non in regola con il pagamento della quota associativa.
Possono altresì presenziare ai lavori assembleari i soci sostenitori e onorari ai quali viene esteso l’avviso di convocazione dell’Assemblea. 
Si ricorda che per esercitare il voto palese in sala è indispensabile ritirare l’apposita scheda, presso la segreteria organizzativa, all’ingresso del Salone. 
Così come prevede l’articolo 19 del Regolamento, al punto 6, la documentazione inerente l’ordine del giorno dell’Assemblea, compresa quella di natura amministrativo-contabile e la relazione sull’attività, è resa disponibile a tutti i soci presso la Sezione con modalità e in orari concordati. 
Al termine dell’incontro previsto intorno alle ore 12.30, per i partecipanti all’assemblea e i loro accompagnatori che si saranno prenotati, è previsto un gustoso pranzo presso la sala ristoro dell’Istituto dei Ciechi di Milano, versando la quota procapite di 15 euro al momento della prenotazione. 
L’Unione si fa carico della differenza, anche per questa ragione le somme versate non potranno essere restituite a coloro che saranno assenti a qualsiasi titolo.
Per motivi organizzativi invitiamo i soci a prenotarsi al più presto e comunque non oltre giovedì 19 settembre presso i nostri uffici di segreteria. 
L’organizzazione anche in questa occasione ha precise regole alle quali occorre attenersi e collaborare affinché il nostro impegno possa scorrere al meglio.
L’Unione si intende sollevata da responsabilità per eventuali danni a persone o a cose che dovessero verificarsi nel corso dell’intera manifestazione.
Ricordiamo inoltre che, salvo richieste particolari, la partecipazione al convivio è riservata ai soli soci della Sezione.

 

RELAZIONE PROGRAMMATICA
PER L’ANNO 2020
2^ ASSEMBLEA ORDINARIA
Sabato 21 Settembre 2019

SALA TRANI 


Carissimi tutti,

consapevole degli importanti impegni che interesseranno la nostra Sezione nel corso del prossimo anno vi segnalo gli obiettivi più significativi che l’Unione di Milano ha in animo di raggiungere nell’anno 2020.
In particolare ricordo che in occasione dell’assemblea della prossima primavera saremo impegnati ad eleggere il nuovo Direttivo Sezionale, i Consiglieri Regionali, e i nostri rappresentanti al Congresso. In questa occasione dovremo tutti impegnarci affinché le procedure congressuali non siano vissute con leggerezza, coscienti che nel 2020 saranno celebrati i cento anni dell’Unione, una ricorrenza nel corso della quale dovranno essere richiamati e riproposti i valori fondanti del nostro sodalizio.
Diversamente da quanto scrivevo nella relazione concernente la programmazione del corrente anno, la realtà mi costringeva a ribadire con onestà in quella occasione, nonostante il mio ottimismo, che esistevano grandi difficoltà economiche con le quali la nostra Sezione avrebbe dovuto fare i conti dedicando molta attenzione a tutte le scelte. In questa circostanza, invece, i numeri lasciano intravvedere per il 2020 l’avvicinarsi del termine del periodo buio e, se non è ancora possibile definirlo radioso, certamente il ritorno a tempi più luminosi non dovrebbe essere precluso. 
I sacrifici degli ultimi anni, infatti, richiesti al personale unitamente alle misure correttive adottate dal Consiglio con le limitazioni e le attenzioni alla spesa, continuano lentamente a dare risultati incoraggianti e l’obiettivo del pareggio di gestione sta perdendo le connotazioni del miraggio assumendo man mano contorni sempre più definiti e realistici.
Eccomi quindi a riprendere sinteticamente in questa relazione le attività e i servizi che la nostra Sezione storicamente svolge e supporta per riproporli e confermarli anche nella programmazione del 2020 cercando di esporli con un rinnovato stile, meno personale, al fine di evitare quei vincoli morali o di pensiero che potrebbero non trovare rispondenza totale in chi mi seguirà alla Presidenza e nel nuovo Consiglio Direttivo della Sezione.

Servizi di Segreteria

La Sezione di Milano, come scrivevo nella relazione per il 2019, della “Grande Milano”, intendendo con il termine grande il riferimento alle dimensioni territoriali e al conseguente alto e diversificato numero di esigenze che ne scaturiscono, consapevole dell'importanza che la Segreteria rappresenta per i Soci e non, compatibilmente con le risorse umane ed economiche di cui potrà disporre, dovrà fare di tutto per riconfermare quei servizi necessari per chi vive in una realtà complessa come è la nostra così come dovrà continuare a farsi carico di quei servizi di sportello- quelli di assistenza diretta- dove chi vi si avvicina con le proprie richieste, possa e debba trovare risposte ai quesiti anche, e soprattutto, sul piano della risoluzione concreta di singoli e specifici problemi.
Uno Sportello di segreteria che dovrà “funzionare bene” perché è lì che la comunicazione con coloro che già sono Soci trova consolidamento ed è proprio lì dove si realizzano quei rapporti con i potenziali nuovi soci ai quali viene fornita una risposta adeguata, spesso risolutiva, ai bisogni manifestati.

Servizi di supporto

Anche nel 2020 dovranno proseguire le attività di supporto specifico per rispondere sempre meglio a particolari esigenze, mi riferisco agli incontri programmati di norma nel secondo sabato del mese per le prime consulenze legali, a quello dello “sportello famiglia” e dello “sportello autonomia”. Dovrà essere altresì potenziato il servizio rivolto a tutti coloro che, perché pluridisabili o anziani, sono soli e/o ospitati presso le case di riposo. Dovranno continuare le attività dello “Sportello autonomia” volto a supportare coloro che perdono la vista in età adulta e che devono riorganizzare la propria vita e quella del “telefono amico” un servizio di informazione circa i nostri servizi ed attività culturali, nonché un valido strumento per colmare momenti di solitudine di molti soci.

Servizi di patronato

Anche per il 2020 la Sezione manterrà operativo questo servizio che ricordo derivare direttamente da una precisa scelta della Presidenza Nazionale che ha inteso, mediante appositi e rinnovati accordi con ANMIL, garantire a tutti i Soci un supporto qualificato, necessario per districarsi nella giungla delle normative e delle pratiche indispensabili per il buon esito di tutti i dovuti riconoscimenti riferiti alla nostra specifica disabilità senza tralasciare tutto quanto ruota intorno alle tematiche fiscali.
Ritengo opportuno sottolineare che anche il partner ANMIL, come molte delle realtà associative in questi anni, è impegnato in una riorganizzazione finalizzata a un contenimento dei costi e ciò ha comportato un diverso assetto interno che ha inevitabilmente avuto e continua ad avere anche ripercussioni su tutte le operazioni a noi dedicate non pregiudicandone l'esito finale ma certamente allungando i tempi per il loro compimento.

Servizio di Accompagnamento

Ribadendo che tale servizio è stato e rimane una priorità tra le attività sezionali, non potendo ignorare che permangono le difficoltà nel reperire, per le motivazioni ben note, (basso compenso mensile per Milano e il gran numero di offerte più appetibili disponibili nella nostra città) il necessario numero di giovani volontari civili, nonostante i progetti che presentiamo possano contare sempre su buone valutazioni da parte del Servizio Civile Universale. Auspicando di poter contare sul buon esito della recente rinnovata richiesta formulata a Fondazione CARIPLO per un nuovo contributo divenuto indispensabile, anche nel 2020 il servizio sarà operativo a disposizione dei soci dell'UICI.

Assistenza specialistica e consulenza scolastica

Su questi temi, come sempre grata alla Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano per la sua attenta, capillare, insostituibile e qualificata opera sul nostro territorio con i suoi servizi tiflologici e tifloinformatici, consapevole del continuo miglioramento del sistema coordinato da Regione Lombardia grazie all’esperienza maturata negli ultimi anni, la Sezione di Milano, certa di poter contare sulla collaborazione anche del Consiglio Regionale UICI, porrà la massima attenzione vigilando affinchè i dovuti servizi e supporti, ai giovani in primis e alle loro famiglie, non vengano mai a mancare o siano messi in discussione.

Corsi di orientamento e mobilità – Autonomia domestica

La Sezione di Milano, apprezzando l’interessamento e riconoscendo gli sforzi profusi nel corrente anno dalla Presidenza Nazionale affinchè l’IRIFOR potesse riprendere, ripristinandolo, il cofinanziamento di questi corsi, ha in animo di verificare con un proprio studio di fattibilità la possibilità di aumentare l’offerta al fine di rispondere più efficacemente alle molte richieste, che al momento non possono essere soddisfatte, relative a questa specifica e sentita esigenza.

Stamperia Braille

Su questo nostro glorioso settore e ai servizi che ne derivano, volendo mantenere la produzione dei periodici, ritenuti strategici per la diffusione del Braille, la Sezione dovrà compiere tutti gli sforzi necessari per trovare un giusto equilibrio tra le logiche di bilancio, estremamente sfavorevoli, e gli effettivi benefici verso i fruitori dei suoi stampati.

Circolo Paolo Bentivoglio

Anche per la storica sede di via Bellezza la Sezione manterrà l'onere di continuare a supportarla (affitto, utenze, manutenzioni, operatore dedicato) con la consapevolezza dell'importanza che le numerose iniziative che in essa vengono svolte favoriscano lo sviluppo della vita associativa. Presso il Circolo, infatti, trovano il giusto spazio attività, corsi, viaggi, concerti, rassegne e manifestazioni di ogni genere, tutti estremamente inclusivi perché aperti a tutti, disabili visivi e non, nel rigoroso rispetto delle finalità perseguite fin dalla sua fondazione e, non a caso, presenti nella sua denominazione "Circolo culturale e ricreativo Paolo Bentivoglio dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Milano".

Gruppo Sportivo Dilettantistico non Vedenti Milano ONLUS

Anche per il Gruppo Sportivo, la Sezione cercherà di trovare margini per un sostegno che negli anni non ha mai fatto mancare. Similmente al Circolo il Gruppo Sportivo, sebbene rappresenti un'entità autonoma anche per la sua gestione amministrativa, è una realtà fondamentale per l'inclusione sociale oltre a continuare a svolgere un ruolo strategico, certamente non privo di soddisfazioni, i risultati e i medaglieri lo dimostrano, a compendio dei sicuri sforzi indispensabili per ottenerle.

Raccolta fondi

Si tratta di un’azione che richiede la messa in opera di strumenti nuovi, più attinenti ai nuovi canali della comunicazione come i social network... così scrivevo per il 2019, ma ribadisco che, la massima collaborazione di tutti i soci rimane il pilastro portante, perché noi siamo associazione di persone. Mentre scrivo queste righe gli uffici mi forniscono il numero di oltre 1260 Soci, tutti consapevoli dei propri diritti, dei propri doveri ma anche, ne sono sicuro, della propria forza. Ebbene, sui diritti di ciascuno l'Unione ha sempre fatto e sempre farà di tutto per garantirli, sui doveri è auspicabile che ciascuno collabori e contribuisca facendosene carico per una piccola parte mettendo a disposizione, vi invito a riflettere su queste ultime parole, anche nella stessa misura una piccola parte della forza di cui ciascuno dispone.
Il Presidente Nazionale, in moltissime occasioni, anche in questa sala, ha avuto l'opportunità di ricordarlo, ha anche fatto ben presente che se non tutto, tanto, tantissimo di ciò che siamo e della "libertà" di cui oggi disponiamo sono risultati riconducibili alle tante battaglie dell'Unione che, l'ho detto all'inizio di questa relazione, presto compirà cento anni. Risultati, quindi, riconducibili a coloro i quali ci hanno preceduto senza mai risparmiarsi.

Riorganizzazione degli uffici

Anche nel 2020 proseguirà la riorganizzazione degli uffici consolidando quella già compiuta con l’adozione nelle nuove procedure amministrative centralizzate, rendendole quindi totalmente operative. Dovrà inoltre iniziare un’attenta valutazione per una conversione delle procedure gestionali interne della nostra Sezione che si troveranno a subire i molti effetti, diretti e indiretti, della dismissione programmata del sistema operativo attualmente in uso in tutti i nostri uffici. Un'altra importante azione da compiere sarà quella di dotarsi di un nuovo mezzo di trasporto. Quello che avevamo ricevuto grazie a un generoso contributo esterno alla fine degli anni 90, è divenuto ormai inservibile e inutilizzabile, anche in osservanza, peraltro, delle nuove disposizioni in materia di emissioni dannose.
Vi sarà anche la necessità di intervenire, sempre ponendo la massima attenzione alle disponibilità economiche, per ristrutturare i locali in uso alla Sezione, al fine di renderli più accoglienti e più ordinati.
Tutto questo, riprendendo quanto ho scritto nelle prime righe, potrà essere possibile solo se le azioni che sono state messe in campo dai Consigli, già a partire dagli anni duemila, per il contenimento della spesa e quelle per la definitiva valorizzazione del patrimonio (purtroppo non per tutti i contenziosi iniziati si è ancora vista la fine), ci faranno intravvedere in un futuro non lontano la desiderata stabilità economica che la nostra Sezione, fino a qualche anno fa, aveva e che le ha consentito di raggiungere obiettivi meravigliosi nella nostra “grande Milano”.

Per il Direttivo, il Presidente Rodolfo Masto


BUDGET ANNO 2020 – DESCRIZIONE SINTETICA

PREMESSA

Ai sensi dell’art. 19, comma 5 e 6 del Regolamento Generale, e con riferimento alla Circolare della Sede Centrale n. 173/2000, si riporta una descrizione sintetica delle entrate e delle uscite del Bilancio Preventivo dell’anno 2020 (Budget 2020).

PROVENTI E RICAVI – BUDGET 2020

Codice Conto

Descrizione

euro

232

Crediti verso enti previdenziali

20.000,00

602

Proventi per attività editoriale

10.000,00

606

Contributi enti pubblici

41.000,00

608

Contributi da privati e strutture Assoc.

144.200,00

610

Contributi progetti vari

60.000,00

612

Quote associative

52.500,00

614

Recupero spese

20.000,00

616

Proventi gestione patrimoniale

245.000,00

618

Proventi finanziari

500,00

620

Proventi straordinari

0,00

622

Proventi attività accessorie

146.400,00

624

Proventi da raccolta fondi

17.000,00

630

Ricavi da attività finanziarie

100,00

640

Altri ricavi ordinari

16.000,00

TOTALE PROVENTI E RICAVI

762.600,00


ONERI E COSTI – BUDGET 2020

Codice Conto

Descrizione

 Euro

702

Oneri per gli organi statutari

12.500,00

704

Oneri per le risorse umane

324.800,00

706

Oneri per attività istituzionali

22.000,00

707

Trasferimenti ai Consigli Regionali

11.000,00

709

Oneri progetti vari

2.000,00

710

Oneri per attività accessorie

500,00

712

Oneri finanziari, trib. e patrim.

41.800,00

714

Oneri straordinari

1.000,00

716

Oneri di supporto generale

84.300,00

718

Oneri per la gestione patrimoniale

85.000,00

720

Oneri per attività raccolta fondi

1.000,00

722

Gestioni speciali

600,00

724

Costi per servizi professionali

35.000,00

730

Costi per godimento beni di terzi

16.700,00

734

Costi per manutenzioni

4.000,00

742

Costi per lavoro non dipendente

61.000,00

750

Amm. Immobilizzazioni materiali

5.000,00

780

Costi diversi di gestione

2.500,00

784

Costi per oneri finanziari

6.700,00

790

Costi per imposte indirette

25.200,00

796

Imposte reddito d'esercizio

20.000,00

TOTALE ONERI E COSTI

762.600,00

Il Presidente
Rodolfo Masto